Consigli utili

  • controllare dal proprio gommista i pneumatici (usura, pressione, ecc.) e, dal proprio meccanico, il motore (livelli olio, cinghie, luci, ecc.);
  • distribuire bene il carico della vettura al fine di ottimizzare il comportamento della stessa, in frenata ed in curva;
  • evitare di partire nelle ore più calde o durante la notte fonda e comunque mai dopo pasti o cene troppo abbondanti;
  • contattare telefonicamente le Società Autostradali competenti dei tratti in cui si deve transitare per conoscere la situazione viabilistica e meteorologica;
  • informarsi, tramite la propria Agenzia d'assicurazione, sulla copertura d'eventuali interventi da parte di Officine delegate per la rimozione e traino del proprio veicolo in caso di guasto meccanico o incidente.
  • controllare eventuali messaggi all'utenza divulgati tramite i pannellini elettronici posti in ingresso delle autostazioni;
  • per il ritiro del biglietto utilizzare le piste normali o le piste bimodali, che consentono di essere impiegate da tutti indipendentemente dal tipo di pagamento che sarà effettuato in uscita (mentre le piste Telepass devono essere utilizzate esclusivamente dai possessori del Telepass), procedendo ad una velocità non superiore a 30 km/h.
  • controllare i messaggi esposti sui pannelli a messaggio variabile per avere informazioni sui tratti immediatamente successivi;
  • mantenere le distanze di sicurezza;
  • rispettare i limiti di velocità;
  • utilizzare le cinture di sicurezza;
  • evitare l'uso di sostanze alcoliche;
  • sintonizzarsi sulle frequenze radiofoniche che trasmettono informazioni sul traffico e sul tempo;
  • programmare delle soste (almeno ogni due ore), in particolare durante i lunghi viaggi, in modo da far "riposare" la vettura e verificare il vostro livello di stanchezza.

Nei casi in cui siete direttamente coinvolti:

  • uso obbligatorio del giubbino catarifrangente;
  • se non ci sono feriti spostare, per quanto possibile, i mezzi in posizione di sicurezza (corsia di emergenza o piazzola), altrimenti allontanarsi subito dal veicolo e ripararsi dietro un guardrail (attenzione alle scarpate ripide);
  • posizionare il triangolo ad almeno 50 metri di distanza ed azionare l'interruttore che accende le luci ad intermittenza del mezzo;
  • richiedere, tramite colonnina SOS o telefono, l'invio dei mezzi di soccorso.

Nei casi in cui non siete coinvolti direttamente ma state sopraggiungendo:

  • non utilizzare la corsia di emergenza, se non 500 metri prima di un'uscita di un casello;
  • procedere secondo i limiti posti sui segnali evitando di rallentare per "curiosare".
  • la sosta, per motivi di sicurezza, non deve eccedere il tempo strettamente necessario per superare l'emergenza;
  • in ogni caso, posizionare il veicolo il più possibile vicino alla banchina;
  • uso obbligatorio del giubbino catarifrangente in caso di fermata in corsia di emergenza;
  • collocare il segnale mobile (triangolo) ad almeno 100 metri dal veicolo e di notte o in caso di scarsa visibilità tenere accese le luci di posizione;
  • scendere dal veicolo e raggiungere, a piedi, la prima piazzola di sosta, nell'attesa dei soccorsi.

TRAMITE COLONNINA SOS

(Per raggiungere la colonnina più vicina seguire la segnaletica orizzontale posta sulla corsia di emergenza >>>>>)

In caso di richiesta di soccorso meccanico, premere il pulsante verde

Risponderà, viva voce, l'operatore del Centro Operativo, al quale si dovranno fornire i seguenti dati:

  • tipo di mezzo (vettura o camion);
  • targa del veicolo;
  • tipo di guasto;
  • posizione dei veicoli.

In caso di richiesta di soccorso medico, premere il pulsante rosso

Risponderà, viva voce, l'operatore del Centro Operativo, al quale si dovranno fornire i seguenti dati:

  • tipologia della richiesta (incidente o malore);
  • gravità e numero degli utenti coinvolti (quando possibile).

TRAMITE TELEFONO CELLULARE

Fornire all'operatore del Centro Operativo i seguenti dati:

  • chilometro (o tratto autostradale), direzione di marcia o eventuali altri riferimenti (segnali vari, insegne luminose ecc.);
  • quanti veicoli sono coinvolti e numero e gravità dei feriti;
  • se c'è sversamento di carburante o sostanze tossiche;
  • posizione dei mezzi (in carreggiata o fuori strada).
  • prima di mettersi in viaggio, contattare i Centri Operativi delle Società autostradali per avere informazioni sui tratti interessati dall'evento, la relativa visibilità e quindi gli opportuni comportamenti da adottare;
  • prima di entrare in autostrada controllare i pannellini a messaggi variabili posti all'ingresso dei caselli nei quali sono fornite informazioni sulla visibilità e sui tratti interessati;
  • durante il viaggio si ricorda che in caso di nebbia la velocità massima consentita è di 50 km orari e si raccomanda di mantenere le distanze di sicurezza dai veicoli che ci precedono. Utilizzare sempre i dispositivi luminosi per il cambio di corsia;
  • mantenere una costante concentrazione della guida evitando distrazioni di qualsiasi tipo;
  • in caso di nebbia fitta è consigliabile non mettersi in viaggio se non vi è un'effettiva esigenza.
  • individuare il numero del cavalcavia, oggetto dell'atto vandalico, attraverso l'indicazione posta sui pannelli installati prima e dopo il cavalcavia stesso;
  • comunicare alla Polizia Stradale il numero del cavalcavia e qualsiasi altro dato che possa consentire l'identificazione degli autori.

Portarsi sulla destra, rallentare la velocità in modo che all'imbocco della pista di decelerazione si raggiunga il limite di 40 km. orari. Sul piazzale interno di casello individuare la pista adeguata al modo in cui s'intende pagare il pedaggio e precisamente:

  • pista standard per il pagamento in contanti;
  • pista Telepass per gli abbonati al servizio;
  • pista Viacard - Fast - Pay per i possessori di tessere Viacard, Carte di credito e bancomat;
  • pista Self-service per il pagamento in contanti e con tessere Viacard, Carte di credito e bancomat.
  • quando si telefona o si riceve una chiamata, se il mezzo non è dotato del vivavoce, è richiesto l'uso dell'auricolare o, in alternativa è opportuno fermarsi utilizzando le piazzole di sosta;
  • opportuno usare anche la prima corsia di destra per favorire un miglior scorrimento del traffico mentre la corsia centrale e di sorpasso devono essere usate solo per sorpassare un altro veicolo.